Statistiche siti

Giungono dalla classe RC44 gli auguri di Russell Coutts.

Read more

Alle 20.42 di ieri sera, il maxi trimarano Sodeb’O ha doppiato Capo Horn. Per Thomas Coville ghiaccio sul ponte e una stanchezza che va al di la dell’immaginabile, ma la soddisfazione di aver messo un pò di pepe nella sua sfida al primato di IDEC. Grazie alla rotta nord scelta per evitare il pericolo iceberg, lo skipper francese ha ridotto in modo concreto il distacco dal fantasma di Francis Joyon, ora lontano 1326.5 miglia.

Read more

A una settimana dal salvataggio in pieno Pacifico, Yann Eliés racconta la sua avventura. Lo skipper di Generali torna sulle dinamiche dell’incidente e descrive i lunghi momenti vissuti in compagnia di Marc Guillemot in attesa dei soccorsi.

Read more

Se ne va Michel Desjoyeaux. Il passo di Foncia è inarrestabile: il più veloce, con 389 miglia nelle ultime ventiquattro ore. La sua leadership su Roland Jourdain è ora di oltre ottanta miglia, ma tutto lascia pensare che alle prime luci dell’alba il margine si sarà incrementato.

Read more

E’ Quest il vincitore in tempo compensato della 64ma Rolex Sydney Hobart. Il TP52 di Bob Steel ha concluso la sua regata alle14.00 locali di domenica, solo cinque ore dopo l’arrivo di Wild Oats XI.

Read more

Riviviamo in video gli highlights della settima settimana della Vendée Globe. Una settimana caratterizzata dal recupero di Yann Eliés, dalla decisa fuga di Michel Desjoyeaux e dai ritiri di Sebastien Josse e Derek Hatfield.

Read more

La grande banca svizzera UBS, storico sponsor del team di Ernesto Bertarelli, sollecita chiarimenti sulle modalità della regata. Fino ad ora la grande banca ha investito nel progetto di Alinghi 47,9 milioni di F.Sv (circa 31 milioni di Euro).

Read more

Natale a Singapore per gli iscritti al Volvo Ocean Race Game, ma quanta fatica. La terza tappa della regata virtuale, infatti, è stata segnata da errori, sviste e malfunzionamenti del software che, per lunghi tratti, hanno reso ingestibile la situazione, al punto da spingere molti skipper ad abbandonare le proprie imbarcazioni in alto mare e dare appuntamento – forse! – alla prossima frazione, in programma a partire dal 13 gennaio.

Read more

Emirates Team New Zealand ha reso nota la crew list selezionata per le Louis Vuitton Pacific Series. Pochissimi i cambiamenti rispetto al team che ha disputato la finale contro Alinghi nel 2007. L’unica new entry, infatti, è il grinder Peter Merrington, già con K-Challenge nel 2007.

Read more

Nonostante le condizioni si mantengano difficli, il duello teso alla conquista della leadership non accenna a diminuire il proprio carico di emozioni. Né Michel Desjoyeaux (Foncia), né Roland Jourdain (Veolia Environnement) paiono disposto a mollare. Anzi, il loro testa a testa è di quelli davvero serrati: dopo essersi avvicinato all’avversario durante la giornata di giovedì, lo skipper di Veolia Environnement è stato preso in contropiede dall’improvviso allungo di Foncia, ora al comando con un margine superiore alle settantacinque miglia.

Read more

Tagliando la linea di arrivo alle 09.34 AEDT, Wild Oats XI si è assicurato i line honours della Rolex Sydney Hobart per la quarta volta consecutiva. Il Maxi di Bob Oatle ha impiegato 1giorno 20 ore e 34 minuti per coprire le 628 miglia del percorso; un tempo superiore di appena due ore rispetto al primato stabilito dallo stesso Wild Oats XI nel 2005.

Read more

Niente da fare per Wild Oats XI. Il Maxi di Bob Oatley, partito per Hobart con la dichiarata intenzione di migliorare il suo stesso primato, fissato nel 2005 in 1 giorno 18 ore e 40 minuti, pur essendo a un passo dai quarti line honours consecutivi non è riuscito nell’impresa.

Read more

Meno di cento miglia all’arrivo e il duello di testa è sempre incandescente, anche se a guidare la regata non è più Skandia, ma il favorito della vigilia, Wild Oats XI. Ciò nonostante l’incontro ravvincinato tra il Maxi di Bob Oatley e uno squalo di almeno due metri, finito contro i timoni del Reichel-Pugh 100 quando questo era lanciato a oltre venti nodi di velocità nello Stretto di Bass.

Read more

Sono state pubblicate ieri pomerggio sul sito dell’ORC le nuove regulations dell’ORC International, dell’ORC Club, dell’IMS e delle classi GP42, GP33 e GP26. L’Offshore Racing Council, inoltre, ha messo a disposizione degli addetti ai lavori la nuova versione del Green Book, compedio utile agli organizzatori degli eventi svolti sotto l’egida dell’ORC.

Read more

Mentre Sebastien Josse si dirige a nord su un BT a pezzi o quasi, i solitari continuano la loro battaglia, nonostante le condizioni incontrate siano state le peggiori di tutta questa incredibile Vendée Globe. In testa, Foncia ha allungato su Veolia Environnement, anche se il distacco è sempre inferiore alle cinquanta miglia.

Read more

Storie di Vendée, storie di uomini. Un altro capitolo nell’incredibile storia di questa edizione lo scrive suo malgrado Sebastien Josse, secondo classificato nel 2004. Lo skipper di BT, protagonista durante la discesa dell’Atlantico e attualmente in lotta per la terza piazza, ha chiamato il suo shore team alle 11.47 GMT di oggi per comunicare che il suo scafo ha riportato estesi danni strutturali in seguito alla caduta nel cavo di un’onda.

Read more

Alle 21.20 ora locale, mentre si trovava 32 miglia a est di Point Peprendicular, il Farr 53 Georgia, impegnato nella Sydney Hobart, ha perso il timone e ha iniziato a ad imbarcare acqua. La gravità della situazione ha obbligato lo skipper Greame Ainley a lanciare il mayday e a ordinare l’abbandono della barca.

Read more

In data 23 dicembre, altri cinque team hanno sottoscritto l’Amicus Brief presentato davanti alla Corte d’Appello dello Stato di New York daTeam French Spirit, Green Comm Challenge, Argo Challenge, Team Shosholoza e Ayre Challenge.

Read more

Dopo quindici ore di mare e di venti portanti, grande è l’incertezza al comando della sessantaquattresima Sydbey Hobart. Wild Oats XI, titolare del record del percorso e vincitore in tempo reale delle ultime tre edizioni, non riesce infatti a liberarsi dalla pressante marcatura di Skandia che, nel corso delle ultime ore, grazie ad una rotta più a terra, è addirittura balzato al comando e indica la via alla flotta attraverso il Mar di Tasmania.

Read more

A coclusione dei complessi lavori di recupero seguiti alla scuffia di domenica scorsa, l’Hydroptere è stato finalmente alato presso il cantiere Foselev Marine a La Seyne sur Mer.

Read more