Statistiche siti
Nel quinto giorno di regata Londra 2012 in acqua le classi RS:X maschile e femminile, Finn, Star, 49er, Women’s Match Racing e debutto per...

Weymouth – Nel quinto giorno di regata Londra 2012 in acqua le classi RS:X maschile e femminile, Finn, Star, 49er, Women’s Match Racing e debutto per il 470 maschile. Riposo oggi per i Laser Standard e Radial. Da domani sulla linea di partenza anche il 470 femminile. Le regate della classe RS:X maschile sono ancora in corso.

Primi sulla linea di partenza alle 12 ore locali 49er (Race 7&8), 470M (Race 1&2), Finn (Race 7&8) e Star (Race 7&8). A seguire alle 14 locali RS:XF (Race 5&6) e alle 15.30 RS:XM (Race 5&6). Non vi sono azzurri in regata nelle classi Star e Match Race femminile.

Ottimo inizio per Gabrio Zandonà-Pietro Zucchetti al sesto posto sul traguardo della prima prova 470 M. Nella seconda chiudono al ventiseiesimo. Bene anche nei 49er per Giuseppe Angilella e Gianfranco Sibello in crescita e al quattordicesimo posto overall (oggi 8-12). Alessandra Sensini nell’RS:XF guadagna una posizione ed è al decimo posto in classifica provvisoria.

Cielo parzialmente soleggiato con piovaschi isolati, vento da sud-sudovest a 15-20 nodi con raffiche a 25. Corrente di marea a 3 nodi massimo.

I risultati che seguono sono provvisori, prima della discussione di eventuali proteste.

49er (20 nazioni)
Race 7 per i 49er ha preso il via sul campo Portland Harbour alle 12 locali con 17 nodi saliti a 21 nel corso della prova. Buona prestazione degli azzurri Giuseppe Angilella e Gianfranco Sibello che girano la prima boa di bolina in 12esima posizione, ma poi guadagnano posizioni, tagliando il traguardo all’ottavo posto. Vincono la prima prova di giornata i britannici Morrison-Rohdes, secondi Lehthinen-Bask e terzi sul traguardo gli spagnoli Lizarduy-Fernandez. La seconda prova con vento in leggero aumento vede transitare ancora una volta per primo in boa di bolina l’equipaggio britannico. Bene Angilella-Sibello al sesto posto alla prima boa. Gli azzurri perdono posizioni nel corso della prova chiudendo comunque al dodicesimo posto sul traguardo. Vittoria per Morrison-Rohdes, secondo ancora una volta l’equipaggio finlandese e terzi Geijer-During.

Dopo otto prove e uno scarto Giuseppe Angilella – Gianfranco Sibello guadagnano una posizione e sono al quattordicesimo posto in classifica provvisoria con i parziali (14)-11-13-10-11-7-8-12 e 72 punti. Sempre primi gli australiani Outteridge-Jensen a 24 punti, secondi i britannici Stephen Morrison-Ben Rhodes a 35 e terzi i kiwi Peter Burling-Blair Tuke (41 pt). Domani in programma tre prove per la classe 49er, sabato 4 agosto giorno di riserva.

470 Maschile (27 nazioni)
Prima regata per Gabrio Zandonà, alla sua terza esperienza olimpica, in equipaggio con Pietro Zucchetti al suo debutto. Partenza alle 12 locali sul campo di regata Nothe con 18 nodi di vento e onda corta. Ottimo inizio per gli azzurri Zandonà-Zucchetti che tagliano il traguardo al sesto posto nonostante al cancello del primo lato di poppa avessero girato in quindicesima posizione. Vittoria per gli austriaci Schmid-Reichsteader. Patience-Bithell sono secondi e Belcher-Page terzi. La seconda prova ha preso il via alle 13.40 ora locale con 20 nodi da 220 gradi. Richiamo individuale per l’equipaggio turco, svizzero, australiano e purtroppo anche per Zandonà-Zucchetti che sono costretti a rientrare e ripartire. Vento in aumento grande rimonta degli azzurri che al termine della prima bolina transitano al sedicesimo posto. Zandonà-Zucchetti continuano ad attaccare guadagnando posizioni nel secondo lato (15°), nel terzo (14°) e nel quarto (12°). La velocità delle imbarcazioni oscilla tra i 16 e 18 nodi e l’equipaggio britannico Patience-Bithell allunga sulla flotta, mentre l’equipaggio sudafricano scuffia. A causa di un errore di manovra nell’ultimo lato di poppa, l’equipaggio italiano è ventiseiesimo sul traguardo. Vincono Patience-Bithell.

Dopo due prove Gabrio Zandonà-Pietro Zucchetti sono al quindicesimo posto in classifica provvisoria con 32 punti e i parziali 6-26. Primi Patience-Bithell (3 pt), secondi gli austriaci Schmid-Reichsteader (5) e terzi a 10 punti gli svedesi Dahlberg-Ostling.

RS:X Femminile (26 nazioni)
Partenza alle 15.20 ore italiane con 20 nodi da 220° gradi per la quinta prova della 30ma Olimpiade. Ottima partenza per Alessandra Sensini che nel primo lato si porta nel gruppo di testa girando la prima boa al quinto posto con prima l’israeliana El-Korzits. Al termine della poppa è la britannica Shaw a prendere la testa mentre l’atleta azzurra è stabile al quinto posto. Nella seconda bolina Sensini perde posizioni ed è ottava al termine del terzo lato. Vince la polacca Noceti Klepacka, seconda El-Korzits e terza l’ucraina Maslivets. Alessandra Sensini taglia il traguardo in 11ma posizione. La seconda prova del giorno prende il via alle 16 ora italiana con 13-18 nodi sempre da sud-sud-ovest. Ancora una volta bene Sensini nei primi due lati, gira al sesto posto la seconda boa. Nella seconda bolina l’atleta azzurra perde posizioni per chiudere comunque al nono posto. Seconda vittoria di giornata per Zofia Noceti Klepacka, seconda Marina Alabau e terza l’ucraina Olga Maslivets.

Dopo sei prove e uno scarto Alessandra Sensini guadagna una posizione ed è al decimo posto in classifica provvisoria con i parziali (12)-9-11-8-11-9 e 48 punti. Prima la spagnola Marina Alabau a 7 punti, seconda Zofia Noceti Klepacka a 12 e terza Lee El-Korzits a 15 punti.

Finn (24 nazioni)
La settima prova della classe Finn ha preso il via alle 12 con 16 nodi da 210 gradi. Ottima partenza per l’azzurro Filippo Baldassari che è nono alla prima boa. Nel lato di poppa Baldassari purtroppo perde posizioni andando comunque a tagliare il traguardo al diciassetesimo posto. Primo sulla linea di arrivo Ben Ainslie, secondo Postma e terzo Gaspic. La seconda prova del giorno, sempre con pompaggio libero, vede l’azzurro girare al settimo posto la boa di bolina, ma ancora una volta nel lato di poppa perde posizioni (tredicesimo alla boa 3). Vince Trujillo, sempre al comando della flotta, seguito da Postma e Ainslie.

Dopo otto prove con uno scarto Filippo Baldassari è al ventitreesimo posto con i parziali 20-22-(24)-21-14-21 e 98 punti. Sempre primo il danese Christensen con 18 pt, secondo il britannico Ben Ainslie a 21 e terzo il croato Gaspic (34).

Match Race Femminile (12 nazioni)
Nel Match Race Femminile, dove non vi è in gara un equipaggio italiano, in testa sempre a punteggio pieno l’australiana Olivia Price con 10 punti su dieci regate. Alle sue spalle, ancora a pari punti, la russa Ekaterina Skudina e la spagnola Tamara Echegoyen entrambe con 7 punti su nove regate disputate.

Star (16 nazioni)
Oggi disputate due prove, che portano il totale a otto con uno scarto. Nulla cambia al vertice della classifica: sempre primi i britannici Iain Percy – Andrew Simpson con 13 punti ((11)-2-3-2-1-2-1-2). Alle loro spalle i brasiliani Robert Scheidt-Bruno Prada con 22 punti (4-1-(9)-6-2-1-3-5) e gli svedesi Fredrik Loof – Max Salminen ((10)-4-4-1-5-3-4-1) con uguale punteggio. In questa classe non ci sono italiani in gara.

Per consultare i risultati clicca qui.

  • Silvio

    3 Agosto 2012 #1 Author

    Per dare un’idea concreta del valore della Squadra Italiana messa a punto per questa Olimpiade: beh, in 42 prove disputate fino ad oggi nessun Italiano è mai entrato nei primi 5!!!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *