Statistiche siti
Mai più tavola a vela alle Olimpiadi, almeno in quello di Rio del 2016... scrivevamo qualche ora fa. E invece no...

Dun Laogharie – Mai più tavola a vela alle Olimpiadi, almeno in quello di Rio del 2016… scrivevamo qualche ora fa. E invece no, l’Assemblea Generale, con una decisione tanto inattesa quanto auspicata dai più, ha ribaltato la decisione assunta a Stresa nel maggio scorso, quando la tavola a vela venne eliminata da programma olimpico a favore del kitesurf.

L’Assemblea Generale ha quindi deliberato il reintegro della classe RS:X come disciplina olimpica per Rio 2016 al posto del kitesurf.

Questa la dichiarazione di Alessandra Sensini in merito alla presenza dell’RS:X a Rio: “Non è il momento di festeggiare. La battaglia fra kite e windsurf non è una battaglia che abbiamo voluto né dall’una né dall’altra parte. Per questo non mi sento di festeggiare: fino in fondo eravamo seduti uno accanto all’altro, facciamo parte della stessa famiglia e anche il Kite ha le carte in regola per essere presente alle Olimpiadi con una medaglia. Al Mid Year meeting era stata una votazione vicinissima e nel frattempo si è capito che non erano state raccolte tutte le informazioni utili. Molte nazioni hanno chiesto di riaprire la pratica e al Council hanno votato a favore ben 28 MNAs: certo non era stato raggiunto il 75% ma la maggioranza sì (51,3%). Il Kite ha fatto veramente grandi passi avanti e insieme dobbiamo essere presenti alle Olimpiadi del 2020”.

Nel frattempo, sempre ieri, sono stati confermati i quattro eventi certi dei Giochi del 2020: Laser, Laser Radial, 49er, 49erFX.

  • Giulio Torre

    11 novembre 2012 #1 Author

    Aggiornate la notizia, il Consiglio ISAF ha deciso di lasciare la tavola RS:X per Rio 2016.
    BV Giulio

  • Zerogradinord

    11 novembre 2012 #2 Author

    Grazie del messaggio. Avevamo fatto un aggiornamento via Twitter nel mentre…

  • Silvio

    11 novembre 2012 #3 Author

    Il wind ha la storia dalla sua parte, il kite i numeri: tutti e due Olimpici.

  • Massimo

    16 febbraio 2013 #4 Author

    E’ un vero peccato che non si lascino possibilità ai nuovi promettenti sport e strano che si cambi decisione…

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *