Volvo Cup Laser SB20, la prima volta di Notaro Team

Numana – La terza tappa del circuito Volvo Cup SB20 si conclude a Numana con la vittoria di Notaro Team di Luca Domenici. Nelle acque antistanti il monte Conero si sono disputate sei prove con vento stabile da nord, e sempre superiore ai 15 nodi. Le prove nell’ultima giornata hanno impegnato non poco gli equipaggi, alcuni dei quali sono stati costretti a ritirarsi per le condizioni di vento impegnative.

Ad interrompere la striscia di vittorie di Stenghele ci ha pensato Luca Domenici a bordo assieme a Fornaro, Del Rio, Sandonnini, che grazie a due primi di giornata hanno riscritto la classifica di sabato.

E’ una grande emozione vincere qui a Numana, questo è un campo di regata in cui mi sono sempre trovato a mio agio – ha commentato Luca Domenici, armatore di Notaro Teamla barca si è dimostrata velocissima di bolina e l’equipaggio non ha sbagliato nulla. Dedico questa vittoria ad una persona a me molto cara che purtroppo è venuta a mancare pochi giorni fa: mia nonna”.

In seconda posizione si è classificata Stenghele di Pietro Negri, costretto a scartare un brutto nono posto nella prima prova di giornata, subendo anche la rottura della mura del gennaker nell’ultimo lato del percorso. Chiude il podio il padrone di casa Vincenzo Graciotti su Bravi assieme a Pietro D’Ali e Antonello Ciabatti.

La flotta degli SB20 ha dimostrato di essere ulteriormente migliorata rispetto gli anni passati ha commentato Vincenzo Graciotti, armatore di Bravi – i distacchi si riducono sempre di più e la classifica è sempre molto corta”.

La prossima tappa della Volvo Cup SB20 si disputerà sempre nelle acque di Numana il 14 e 15 luglio. Gli impegni di Volvo proseguono con la classe Melges 24 e con le derive D-one.

Classifica generale:
1. Notaro Team 3, (6), 3, 1, 5, 1, pt. 13
2. Stenghele, 1, 3, 4, (9), 1, 5, pt. 14
3. Bravi Thytronic, 4, 4, (8), 2, 6, 3, pt.19
4. Briefing, 7, 9, 1, (11), 3, 2, pt.22
5. Mary Vicky, 6, 5, (11), 3, 2, 6, pt.22

Per condividere l’articolo…

0 Commenti

Commenta questo articolo per primo

Lascia un commento




Current ye@r *