Statistiche siti
Achille Onorato conquista la prima vittoria dell’anno nelle acque di Monaco davanti al proprio circolo, lo Yacht Club de Monaco...

Principato di Monaco – Achille Onorato conquista la prima vittoria dell’anno nelle acque di Monaco davanti al proprio circolo, lo Yacht Club de Monaco, dove, nemmeno due mesi fa, suo padre Vincenzo è stato incoronato velista dell’anno dello YCM per i prestigiosi risultati sportivi conquistati nella stagione 2016.

«È una bella soddisfazione vincere qui a Monaco, nelle acque antistanti il Club che rappresento –commenta sorridente Achille Onorato – Era da fine agosto che non mettevamo piede sul Melges 20 e la Primo Cup rappresentava per noi il primo appuntamento della stagione 2017, l’occasione per navigare nuovamente assieme e ritrovare un po’ gli automatismi con cui ci eravamo lasciati alla fine del Campionato del Mondo 2016. Sebbene mancassero comunque molti degli avversari più competitivi, siamo riusciti a salire sul gradino più alto del podio, un risultato che ci gratifica e ci fa guardare ai prossimi appuntamenti stagionali con la consapevolezza che dobbiamo lavorare ancora molto, ma anche che “ci siamo”. Sono poi molto felice di questa vittoria che ho condiviso con la mia famiglia, e mio padre, che nella giornata di sabato era sul gommone a sostenerci».

E così in questa regata di apertura della stagione 2017 il trio dei Mascalzoncini sul Melges 20 ha dato prova negli ultimi tre giorni di saper affrontare tutte le condizioni di meteo possibili: dal vento leggero a quello più intenso, con raffiche fino a 30 nodi e onda formata. Un week-end decisamente impegnativo che ha tolto grandi soddisfazioni per aver saputo subito agguantare la leadership nel primo giorno e inanellare una bella serie di quattro regate positive (due primi e un secondo venerdì e un primo ieri), sufficienti per gestire il vantaggio anche oggi, quando le cose sono andate meno bene.

D’altra parte, nella quinta prova l’assetto non risultava essere adatto alle condizioni effettivamente trovate sul campo di regata, mentre nella sesta, dopo una partenza mal interpretata, è stato opportuno concentrarsi esclusivamente sugli avversari diretti. Ma in una domenica dove i vincitori erano exploit di metà classifica, l’unico veramente pericoloso ai fini del risultato finale era Raya (Vaselli-Brcin) che, dopo una regata numero cinque chiusa alle spalle dei Mascalzoncini (ma scartata), guadagna ben sei posizioni nell’ultima prova, chiudendo a pari punti con Mascalzone Latino jr. anche se resta dietro in classifica per il confronto dei risultati parziali. Chiude il podio Maolca (Tolomei-Desiderato), il quale, pur interpretando meglio la giornata dei primi due, avrebbe avuto ancora tre punti da recuperare: una missione molto difficile dopo un sabato non brillante.

Da segnalare buoni segni di ripresa per gli amici di Garbin Moesto (di Inti Ligabue con Matteo Savelli e Francesco Greggio): dopo un buon inizio il venerdì, si erano arenati al fondo della flotta per tre prove consecutive, ma oggi hanno performato meglio, superando nella penultima regata anche Alex Team (Mikhaylik-Thrasov), il vincitore dell’ultima delle sei prove portate a termine sulle nove in calendario.

L’equipaggio in cima al podio di Montecarlo, formato da Achille Onorato, Cameron Appleton e Stefano Ciampalini, seguito in gommone dal coach e sail designer Marco Savelli, tornerà sui campi di regata dal 7 al 9 aprile 2017 a Portovenere per la prima prova della divisione europea del neonato circuito Melges World League.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *