Statistiche siti
Lo skipper di Oman Air-Musandam, Sidney Gavignet, ha selezionato l'irlandese Damian Foxall come suo co-skipper sul MOD 70 Oman Air-Musandam per la partecipazione in...

Le Havre – Lo skipper di Oman Air-Musandam, Sidney Gavignet, ha selezionato l’irlandese Damian Foxall come suo co-skipper sul MOD 70 Oman Air-Musandam per la partecipazione in doppio alla Transat Jacques Vabre che partirà il prossimo 3 novembre da Le Havre in Francia per concludersi a Itajaii in Brasile.

Foxall, marinaio irlandese, è già uno elementi chiave dell’equipaggio del MOD 70 Oman Air-Musandam sin dall’inizio di quest’anno. La sua esperienza nelle regate oceaniche è trentennale e vanta oltre 350.000 miglia percorse. Foxall ha partecipato tra l’altro a tre edizioni giro del mondo vincendone due, la più recente delle quali come “capo turno” di Groupama nella Volvo Ocean Race 2011-12.

Quattro anni prima aveva vinto Barcelona World Race 2007-08. Ha inoltre partecipato nel corso della sua carriera a 18 traversate atlantiche e 7 circumnavigazioni, oltre a due record di velocità con Cheyenne di Steve Fossett; tutto questo lo rende il compagno ideale di Gavignet nella sfida alla Transat Jacques Vabre 2013.

Ho già fatto una transatlantica in coppia con Sidney nel circuito Figaro all’inizio della mia carriera nel 1997. Poi abbiamo regalato diverse volte come avversari; mi trovo molto bene con lui, siamo complementari” ha dichiarato Foxall.

Sono quattro i MOD 70 iscritti alla Transat Jacques Vabre 2013, gli stessi che attualmente si stanno dando battaglia nella Route des Princes. La grande differenza sarà rappresentata dal fatto che, in occasione della Transat Jacques Vabre, a bordo di ogni MOD 70 ci saranno soltanto due persone invece delle sei normalmente a disposizione in regata. “Queste barche non sono progettate per navigare in due, quindi la nostra sarà una grande sfida – ha sottolineato Foxall – A parte il pilota automatico non c’è molto su questa barca che si presta ad un utilizzo in doppio. La barca è grande per essere gestita in due persone, ma Sidney è molto esperto in questo senso ed anche io ho partecipato a qualche regata in doppio. Abbiamo buone possibilità di fare bene, dovremo essere bravi a capire quando spingere al massimo e quando essere conservativi pur mantenendo una media di prestazioni molto elevate“.

Gavignet ha dichiarato che quella di Foxall è stata una scelta naturale come suo co-skipper anche se, in qualità di skipper di Oman Sail (iniziativa nazionale che utilizza la forza dello sport per contribuire allo progresso e all’educazione dei giovani di Oman), Gavignet ha fatto anche una seria riflessione se regatare con un altro dei suoi compagni a bordo di Oman Sail, Fahad Al Hasni, che è uno degli atleti più promettenti del programma.

Fahad è uno dei nostri migliori velisti Omaniti e ha fatto progressi enormi nel suo percorso di apprendimento – ha voluto sottolineare Gavignet – ma è troppo presto per lui per regatare in doppio su di un MOD70, anche se questo potrà certamente succedere in un prossimo futuro. Quella di Damian è una soluzione ideale lui perché ha tanta esperienza sui multiscafi in oceano e abbiamo un’esperienza in doppio in comune, che è un ottimo ricordo“.

David Graham, CEO di Oman Sail concorda sulla scelta di Gavignet: “La Transat Jacques Vabre è una delle regate d’altura più impegnative del mondo. La scelta di partecipare, visto anche che la partenza è in Francia, è una stata naturale per il nostro sponsor Oman Air e per il Ministero del Turismo del Oman, che vedono l’evento come una piattaforma ideale per comunicare i loro target di riferimento. La scelta di Damian Foxall come co-skipper rende Oman Air-Musandam uno dei protagonisti per la Transat Jacques Vabre 2013. Nel corso degli ultimi anni Foxall si è guadagnato una reputazione di primo piano che lo colloca tra le persone che ‘non possono non esserci’ nell’ elenco di un equipaggio quando si pianifica una sfida impegnativa come una traversata atlantica. Sia Sidney che Damian inoltre sono impegnati nell’ insegnare e sviluppare le competenze dei nostri giovani velisti dell’Oman, quindi siamo assolutamente fiduciosi sul fatto che in un prossimo futuro riusciranno a trasferire le tutte le loro competenze sui nostri giovani Omaniti“.

Il MOD 70, Oman Air-Musandam, è sponsorizzato dalla compagnia aerea nazionale amanita Oman Air e sostenuto dal Ministero del Turismo dell’Oman.

Wayne Pearce, CEO di Oman Air, manifesta tutto il suo entusiasmo per la partnership: “In linea con la missione di Oman Air di promuovere il turismo in ingresso in Oman, la compagnia di bandiera è orgogliosa di essere associata con Oman Sail, che posiziona il Paese al il più alto livello possibile di viaggiatori d’elite più esigenti“.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *