Statistiche siti
Riceviamo e pubblichiamo con piacere alcune riflessioni di Gaetano Mura, impegnato a Lorient negli allenamenti che precedono l'inizio della Transat Jacques Vabre.


Video courtesy Gaetano Mura.

Lorient – Riceviamo e pubblichiamo con piacere alcune riflessioni di Gaetano Mura, impegnato a Lorient negli allenamenti che precedono l’inizio della Transat Jacques Vabre.

Giornate piene qui a Lorient in Bretagna. Fa già un bel freddo la sera e la mattina presto, quando incomincia la nostra giornata. Siamo ormeggiati nel porto della base sommergibilistica tra class 40, figarò, mini, imoca 60 e trimarani da corsa, proprio a fianco di bet 1128 c’è Prismian, il mini di Giancarlo Pedote pronto per la minitransat che partirá da Douarnenez il 13 ottobre“.

La nostra giornata al centro di allenamento Lorient Grand Large prevede la sveglia alle 7, colazione, eventuali regolazioni o piccoli bricolage accordati il giorno prima con l’ allenatore Tanguy Legatin. Alle 9 il briefing degli skipper per discutere il programma in mare della giornata e alle 9,15 si è pronti a muovere. Cinque class 40 in fila indiana, prua a largo,si fa per dire poiché spesso é slalom tra secche, boe e corrente. L allenatore dal gommone ci dispone allineati e via radio comunica posizioni da tenere, andature, cambi di vele e volta per volta ricentraggio della flotta. Riprende e fotografa di continuo tutte le barche singolarmente e in gruppo. Manovriamo ininterrottamente tutto il giorno passando in rassegna tutto il corredo di vele, verso le 16 rientro in porto qualche minuto per riassettare la barca e subito in aula per l’ analisi della giornata. Si rivedono video e foto, si discute e Tangui suggerisce modifiche e prove per la giornata successiva, dopo io e Sam andiamo a correre con Alessandro un ragazzo italiano temporaneamente imbarcato a bordo. E’ un maratoneta e approfittiamo della sua esperienza, ha 19 anni e lo abbiamo imbarcato per qualche tempo. E’ stato una rivelazione. Tra qualche giorno andrà a Southampton per frequentare la scuola di progettazione navale, ma sarà con noi alla partenza della Jaques Vabre per darci una mano. Gli allenamenti sono intervallati da giornate in aula col metereologo, un corso specifico per la Jaques Vabre. Alle 8 belli cotti andiamo alla base, per la meritata birra e la cena”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *